Individuazione precoce dei casi sospetti di DSA

L’articolo 3 della Legge n. 170 del 2010 attribuisce alla scuola il compito di svolgere attività di individuazione precoce dei casi sospetti di Disturbo Specifico di Apprendimento (di seguito “DSA”), distinguendoli da difficoltà di apprendimento di origine didattica o ambientale, e di darne comunicazione alle famiglie per l’avvio di un percorso diagnostico presso i servizi sanitari competenti.

L’iter previsto dalla legge si articola in tre fasi:
– individuazione degli alunni che presentano difficoltà significative di lettura, scrittura o calcolo;
attivazione di percorsi didattici mirati al recupero di tali difficoltà;
– segnalazione dei soggetti “resistenti” all’intervento didattico.

Decreto MIUR 17.04.2013, prot. n. 297, Linee guida per la predisposizione dei protocolli regionali per le attività di individuazione precoce dei casi sospetti di DSA

.

DSA

QUALI SONO I DSA?

ANALISI DEI BISOGNI DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI CON DSA

 .

.

Dott. Giovanni Bonadonna
TECNICO DELL’APPRENDIMENTO
in ATTIVITÀ DOPOSCOLASTICHE PER DSA

via Petrarca 16, 17025 Loano (SV)
P.I. 01647780095